Ci vuole molto coraggio in quella gabbia, non importa chi tu sia. Voglio solo provare ad essere un esempio in tutto il mondo.

Le parole che leggete sotto sono di Rose Namajunas la nuova campionessa del mondo di MMA Pesi Piuma appena dopo aver sconfitto la fino ad allora imbattuta e super favorita Joanna Jedrzejczyk. L’incontro è stato un fantastico momento di sport ma le parole sono rilevanti al di là di esso. Per prima cosa perché pronunciate da una venticinquenne che ha appena vinto un titolo ed invece di inveire contro l’avversario che l’aveva in qualche modo derisa prima dell’incontro fa esattamente l’opposto.

Queste parole sono importanti perché applicabili a tutti i contesti e non solo all’MMA, potrebbero valere in politica, su questioni sociali, etiche. Insomma tanto onore a Rose!
"Ci sono state un sacco di chiacchiere e persone che non sono sincere o oneste con se stesse", ha spiegato Namajunas. "Non lo so, forse è proprio quello che sentono di dover fare, ma io sono stanca di tutto questo. Sono stanca di tutto l'odio e la rabbia. Abbiamo il dovere, come agonisti, di essere un esempio migliore. L'arte marziale ... riguarda l'onore e il rispetto.
"Ci vuole molto coraggio in quella gabbia, non importa chi tu sia. Voglio solo provare ad essere un esempio in tutto il mondo. C'è molta negatività là fuori. Ovunque tu guardi tutto è negativo. Sto cercando di essere, il più possibile, di essere una luce positiva. Neanche io sono perfetta, ma forse troveremo un modo per rendere questo mondo un posto migliore. "- Rose Namajunas UFC Strawweight Champion




Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Informativa estesaAccetto